Notifica multe arriva via PEC, posta elettronica certificata


Data di Pubblicazione: mar 23 gennaio 2018|
Categoria:
Pubblica Amministrazione |
Autore:
Alessandro | |
Commenti:
Nessuno »

Chi ha fornito un indirizzo pec, o comunque ne è intestatario, dal 2018 riceverà la notifica per eventuali infrazioni stradali commesse via posta elettronica certificata anziché la tradizionale raccomandata.

Ricordiamo che la PEC differentemente dalla raccomandata – dove è necessaria la presenza di qualcuno che ne firmi la ricevuta – assume immediatamente valore legale nel momento in cui arriva sulla casella. 

A chi spedisce la PEC – in questo caso l’ufficio competente della polizia municipale – è sufficiente dimostrare il messaggio pec di avvenuta accettazione e di avvenuta consegna, generalmente notificato pochi minuti dopo l’invio della pec, salvo problemi tecnici al server.

Pertanto è consigliato, qualora si sia in possesso di un indirizzo pec, di attivare la notifica via e-mail. In questo modo alla ricezione di ogni nuova pec si riceverà una notifica sulla posta email tradizionale, quella usata tutti i giorni per comunicare.

Tra i vantaggi di questo nuovo sistema è nel costo del servizio di notifica postale – che avvenendo via pec – dovrebbe essere azzerato o notevolmente diminuito.

Impostare notifica email con Aruba Pec

Per i possessori di una pec Aruba, uno tra i servizi più diffusi e low cost nel nostro Paese, accedere a “Gestione Mail – Posta Certificata“.

Dal menù posto sulla sinistra dello schermo fare clic alla voce “Notifica Mail” e inserire i seguenti valori: qualsiasi vicino al campo Se arriva una mail certificata dai seguenti indirizzi certificati e poi digitare il proprio indirizzo email tradizionale affianco alla voce Invia una notifica agli indirizzi (non certificati)Convalidare l’inserimento facendo clic sul pulsante Modifica.

In caso di errore o se si desidera modificare un indirizzo email tradizionale fare clic sul pulsante “Cancella regola”.

E’ possibile inserire fino a un massimo di due indirizzi di posta elettronica tradizionale, separandoli tramite il simbolo della virgola.

Inoltre il servizio consente di definire eventuali mittenti PEC, sempre fino a un massimo di due.

Al servizio di notifica email, compreso nel prezzo, si può attivare il report giornaliero per ricevere – sempre via e-mail tradizionale – la lista dei messaggi PEC non letti.


Lascia una Risposta