Registrare e pagare contributi con libretto di famiglia


Data di Pubblicazione: ven 20 aprile 2018|
Categoria:
Pubblica Amministrazione |
Autore:
Alessandro | |
Commenti:
Nessuno »

Introdotto nell’estate 2017 il libretto di famiglia ha sostituito i voucher, mutando radicalmente le modalità, per le persone fisiche che non esercitano alcuna attività d’impresa o professionale, di pagare i contributi dei lavoratori domestici.

Questa guida spiega passo-passo come funziona il libretto di famiglia.

Registrazione INPS

Il primo passo da compiere per usare il libretto di famiglia consiste nell’avere un account sul sito INPS.IT.
Se si è già in possesso delle credenziali si può saltare la lettura di questo paragrafo e passare a quello successivo, in caso contrario si deve procedere alla registrazione.
La creazione di un account su Inps.it non è immediata. Infatti la prima parte del pin di accesso viene fornito subito via sms ma la seconda parte, fondamentale per entrare, viene spedita a mezzo posta tradizionale nell’arco di due settimane.
Inoltre è importante sapere che se si è già in possesso dello SPID o della CNS (Carta Nazionale dei Servizi) basta autenticarsi con questo strumento.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla guida di approfondimento: Come registrare account sul sito INPS.

Registrazione libretto di famiglia

Conclusasi la fase di registrazione si può entrare su MyINPS scrivendo sulla barra di ricerca “libretto di famiglia” e facendo clic sul pulsante Accedi all’interno del riquadro riferito al servizio.

A questo punto un ulteriore clic sulla voce “Libretto di famiglia” per registrare i dati del committente privato. In realtà c’è poco da compilare in questa fase preliminare, poiché la maggior parte dei dati vengono prelevati automaticamente dall’anagrafica dell’utente. I dati essenziali da inserire sono un numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica attivo, il proprio codice IBAN essenziale per eventuali rimborsi nonché accettare i vari termini e condizioni del servizio e la liberatoria sulla privacy.

Terminata la registrazione del libretto di famiglia si accede al pannello di controllo personale che vediamo in dettaglio nel paragrafo successivo.

Pannello utente

Il pannello utente del libretto di famiglia consente di eseguire sia inserimenti che visualizzare i dati già presenti. Nel dettaglio dal pannello di controllo si può visualizzare la propria anagrafica, il portafoglio elettronico e l’elenco delle prestazioni e allo stesso tempo stampare i modelli F24, inserire i luoghi di lavoro e compilare online nuove comunicazioni.

F24 precompilato

Dal menù laterale è possibile stampare i modelli F24 precompilati (l’unico valore da inserire si riferisce all’importo) fondamentali per effettuare i versamenti sul libretto di famiglia.

Per effettuare la stampa basta fare clic sul pulsante “Genera PDF”.

Portafoglio elettronico

I versamenti non vengono immediatamente accreditati sul libretto di famiglia, potrebbero trascorrere anche dieci giorni. Quando le somme saranno disponibili è possibile vederle all’interno della sezione “Portafoglio elettronico”, dove peraltro vengono mostrate una serie di statistiche sull’uso del libretto.

Luoghi di lavoro

Prima di procedere a una nuova comunicazione è necessario registrare almeno un luogo di lavoro, indicando l’indirizzo completo fornito di via, numero civico, cap, città e provincia.

Nuova comunicazione

Per registrare una nuova comunicazione è indispensabile che il codice fiscale del lavoratore sia registrato sul sito dell’INPS come prestatore di lavoro (leggere la guida: Libretto di famiglia: registrazione come prestatore di lavoro); ed eventualmente selezionare una delle opzioni disponibili, qualora rientri in una delle categorie indicate dal sistema.

L’ultimo passaggio consiste nel registrare il contratto, inserendo il tipo di attività svolta, luogo, giorno, orario di inizio e di fine, numero di titoli utilizzati per il pagamento della prestazione.

Le prestazioni registrate saranno visualizzate al link “elenco prestazioni”.


Lascia una Risposta