6 azioni di manutenzione su Windows 10

La manutenzione periodica di un computer dove sia installato Windows 10 è fondamentale per avere un sistema sempre performante.

Qui ci sono 6 azioni essenziali da compiere, senza l’uso di software aggiuntivo, per tenere Windows 10 ottimizzato.

Scandisk

Consente di controllare l’eventuale presenza di errori sul disco rigido o sulla partizione dov’è installato Windows 10.

Per avviare Scandisk:

  1. Aprire Esplora File, ovvero una qualsiasi cartella,
  2. Clic su Questo PC,
  3. Clic su Proprietà (primo link presente sulla barra degli strumenti o accessibile dal menu contestuale),
  4. Clic su Strumenti (seconda linguetta della finestra di dialogo Proprietà),
  5. Clic sul pulsante Controlla presente nel box

Deframmentazione

Analizza l’unità per verificare l’eventuale presenza di zone frammentate.
L’avvio della deframmentazione avviene similmente a quello dello Scandisk, ad eccezione dell’ultimo passaggio dove bisogna fare clic sul pulsante Ottimizza presente nel box Ottimizzazione e deframmentazione Unità.

Pulizia disco

Effettua una scansione veloce del sistema al fine di calcolare lo spazio liberabile.

La pulizia disco può avvenire in maniera semplice, eliminando solamente – a discrezione dell’utente – programmi scaricati, file temporanei internet, pagine web offiline, cache shader DirectX, file di ottimizzazione recapito, cestino, file temporanei, anteprima e cronologia file utente. Oppure è possibile una pulizia più profonda, facendo clic sul pulsante “Pulizia file di sistema” presente all’interno della finestra di dialogo. Da qui è possibile rimuovere, oltre alle voci viste precedentemente, anche: pulizia di Windows Update e File di registro dell’aggiornamento di Windows.

Per aprire Pulizia Disco bisogna compiere sempre lo stesso percorso visto sopra per lo Scandisk e la deframmentazione ad eccezione dell’ultimo passaggio poiché Pulizia Disco si trova già nella linguetta principale Generale.

Windows Defender

L’antivirus pre-installato di Windows si aggiorna automaticamente e include una funzione per effettuare periodicamente una scansione completa del sistema.

L’avvio di Windows Defender avviene all’accensione del computer ed è comunque richiamabile dal menu Start, oltre che dalla rispettiva icona presente nell’area di notifica.

Windows Update

Seppur come per l’antivirus anche gli aggiornamenti di Windows Update avvengono automaticamente è possibile comunque verificare manualmente l’eventuale presenza e deciderne autonomamente l’installazione.

Windows Backup

Windows 10 dispone anche di uno strumento di backup che consente di creare un backup completo attraverso un’immagine disco o un disco di ripristino del sistema – strumenti introdotti da Windows 7.

Un’immagine disco – da “scrivere” su un’unità esterna, quali: dvd/cd/pen drive o hard disk – contiene il sistema operativo, i programmi installati ed eventuali file e cartelle archiviati fino al momento in cui viene creata. E’ utile per un ripristino rapido del sistema, nel caso di gravi errori.

Un disco di ripristino è un cd/dvd che consente di avviare il sistema, in casi di emergenza, e di effettuare le più comuni operazioni NON invasive di restore.

Si accede ad entrambe le funzioni aprendo Pannello di controllo – Sistema e sicurezza – Backup e ripristino (Windows 7).

Conclusioni

Queste sono solamente alcune delle azioni più importanti da intraprendere per avere Windows 10 sempre performante. Oltre a ciò è fondamentale periodicamente effettuare delle copie di backup di tutti i file e le cartelle personali su un’unità esterna locale a scelta tra: hard disk, pen drive, cd/dvd oppure tramite un server cloud.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *