Come calcolare giacenza media ai fini ISEE 2018

L’ISEE è l’indicatore della situazione economica di un nucleo famigliare con validità annuale. E’ fondamentale presentare tale documentazione per pagare le tasse universitarie e usufruire di varie agevolazioni, tra cui il bonus bebè e il bonus luce/gas.

Per richiedere l’ISEE è necessario presentare la DSU.

La dichiarazione sostitutiva unica (DSU*) può essere calcolata autonomamente oppure ci si può affidare a un patronato.

Ai fini dell’ISEE vale sia l’eventuale patrimonio immobiliare (tipo abitazione di proprietà e terreni) che l’eventuale patrimonio mobiliare costituito dalla liquidità disponibile in un conto corrente, un libretto postale nonché in una carta di credito o in qualsiasi altro strumento economico d’investimento posseduti al 31 dicembre dell’anno precedente.

Inoltre bisogna indicare i redditi percepiti l’anno prima e anche (sic!) tutti i veicoli (automobili, motociclette, barche ecc.) intestati a uno o più componenti della famiglia e posseduti al 31 dicembre dell’anno trascorso.

Tale patrimonio si riferisce a tutti i componenti presenti nello stato di famiglia, tenendo in considerazione il 31 dicembre all’anno passato.

Il rilascio dell’ISEE avviene entro 10 giorni dalla presentazione del DSU.

Dal valore ISEE si potrà accedere o meno a determinate agevolazioni. Ad esempio per ottenere il bonus bebè è sufficiente un ISEE inferiore a 25.000 euro mentre per il bonus luce/gas l’ISEE scende a circa 8.000 euro.

Calcolo giacenza per ISEE

Anche per ISEE 2018 è fondamentale presentare la giacenza media di tutti i conti correnti, libretti postali, carte di credito – incluse prepagate come Postepay e Paypal Lottomatica – e altri strumenti finanziari – compresi i buoni fruttiferi postali – intestati al capo famiglia e a tutti i componenti del nucleo famigliare.

Tale documentazione può essere richiesta direttamente online (ad esempio per gli intestatari del conto Banco Posta Click) o, sempre più spesso, direttamente allo sportello.

Seppur sia possibile calcolare la giacenza media del proprio conto corrente o libretto postale tramite un semplice foglio di calcolo Excel (leggere l’articolo: Excel (L17): Calcolare Giacenza Media Annua su Conto Corrente/Libretto) il CAF potrebbe richiedere la documentazione ufficiale dell’istituto bancario per evitare eventuali errori.

* Il contribuente autonomamente o tramite un intermediario si occupa di presentare il DSU, mentre il calcolo dell’ISEE sarà rilasciato dall’INPS,

Scarica Calcolo Giacenza Media Conto Corrente/Libretto Postale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *