Cerca conto dormiente

Consap mette a disposizione online un database che include tutti i conti correnti, conti deposito, libretti di risparmio, posizioni azionarie, fondi di investimento e anche polizze assicurative considerati “dormienti”.

Che cosa sono i conti dormienti

Nello specifico si tratta di tutti quei rapporti economici, finanziari e assicurativi con saldo di almeno 100 euro che non avendo ottenuto alcuna movimentazione negli ultimi 10 anni sono andati a finire in questo speciale database.

Se trascorsi ulteriori 10 anni, non ci sono ulteriori movimentazioni, il conto sarà chiuso automaticamente e la somma depositata sarà incassata dallo Stato.

Complessivamente devono trascorrere 20 anni affinché il conto venga estinto e la somma venga trasferita nelle casse dello Stato.

Il database dei rapporti dormienti è alimentato principalmente da conti di defunti, i cui gli eredi non hanno avuto modo di venirne a conoscenza semplicemente perché sia le banche che gli intermediari finanziari non sono tenuti a sapere e a ricercare l’esistenza di eventuali eredi di conti dormienti. 

Ricerca online conti dormienti

Per fare una ricerca basta andare su Rapporti Dormienti di Consap e compilare almeno due campi: cognome e anno. E’ fortemente consigliato inserire ulteriori informazioni per filtrare la ricerca, gli altri campi inseribili sono: nome, luogo, provincia e numero rapporto.

Al momento di redigere questo articolo (agosto 2018) sono presenti tutti i rapporti dormienti che vanno dal 2008 al 2018.

Richiesta di rimborso

Una volta che il conto sia finito nel database di Consap, per recuperare la somma dovuta, è necessario – nel termine massimo di 10 anni dalla data di “archiviazione” e comunque entro e non oltre il mese di novembre dell’anno di prescrizione – che il legittimo intestatario, gli eredi o l’ordinante di assegni circolari faccia domanda di rimborso a mezzo raccomandata a/r o per via telematica tramite il portale unico.

Conclusioni

Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera nel mese di novembre 2018 si prevede che lo Stato intascherà 673 milioni di euro da conti dormienti che non hanno subito alcuna movimentazione dal 1998.

Tale somma andrà a finire in un fondo speciale usato esclusivamente per risarcire risparmiatori vittime di frodi finanziare.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *