Codice conto e OTP sostituisce il Lettore BancoPosta

BancoPosta progressivamente sta abbandonando  il token, rappresentato dal Lettore Banco Posta, sostituendolo con lo strumento virtuale del codice conto + otp.

Si tratta di un sistema, al momento alternativo ma con molta probabilità diventerà definitivo considerando il risparmio che Poste Italiane avrebbe, infatti eviterebbe il costo di produzione e distribuzione del token che viene fornito gratuitamente ai correntisti.

Seppur sia evidente che dietro la promozione del nuovo codice conto + otp ci sia una motivazione economica e anche vero che il nuovo metodo semplifica la procedura di autorizzazione.

Finora i correntisti forniti di lettore BancoPosta per autorizzare una transazione effettuata dalla propria area riservata di Poste Italiane – come ad esempio pagare un bolletino, un bonifico o fare semplicemente una ricarica Postepay – devono inserire la carta Postamat nel lettore, digitare il codice mostrato a schermo sul sito di Poste, poi inserire il PIN e infine introdurre il codice di risposta sul sito.

Diversamente la procedura tramite codice conto + otp, al momento di completamento della transazione, richiede l’inserimento di un codice statico, rappresentato appunto dal codice conto, e da un’ulteriore codice usa e getta inviato via SMS al numero di cellulare securizzato, ovvero associato al conto corrente.

In alternativa al Lettore Banco Posta e al Codice Conto + OTP è possibile usare, su smartphone e tablet, il codice di autorizzazione fornito da PosteID  – previa registrazione gratuito di un account sullo SPID di Poste Italiane.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *