Come caricare e pubblicare app Android su Google Play

Dopo aver visto i passi necessari per registrarsi come sviluppatore su Google Play è giunto il momento di caricare nonché pubblicare la prima app sul mercato di Android.

google-play-carica-app

Andare su Google Developer, autenticarsi e poi fare clic sul pulsante Aggiungi nuova applicazione.

  1. Due i campi obbligatori, lingua predefinita (quella scelta in fase di iscrizione al servizio, quindi italiano) e titolo (massimo 30 caratteri) e poi decidere se carica subito il file apk (l’app vera e propria) oppure preparare la scheda store.
  2. Scheda dello store: I campi richiesti sono suddivisi in vari box, nel primo “dettagli prodotto” ci sono titolo, inserito in precedenza; descrizione;  mentre in “risorse grafiche” viene richiesto di caricare due screenshot (istantanee da fare attraverso lo smartphone) e un’icona ad alta risoluzione, 512×512 png a 32 bit (con alfa); il sistema richiede inoltre di stabilire la categorizzazione, scegliendo il tipo di applicazione (gioco o app), la categoria e la classifica dei contenuti; infine indicare l’indirizzo di un sito web o email dello sviluppatore e accettare le norme sulla privacy (se non hai un link che rimanda alle norme è possibile spuntare la casella sotto “Al momento non desidero inviare un URL relativo alle norme sulla privacy”. Clic su Salva, in alto.
  3. Prezzi e distribuzione: scegliere se l’applicazione è a pagamento o gratuita, in quali paesi distribuirla, e spuntare le ultime due caselle riguardanti le linee guida per i contenuti e le leggi di esportazione degli Stati Uniti.
  4. Apk: fare clic su carica il tuo primo apk, selezionando il file dell’app salvato in precedenza sul computer.

Compilati tutti i campi obbligatori, facendo clic su pubblica, dopo qualche ora, l’app sarà visibile su Google Play e potrà essere scaricata nonché installata da tutti i possessori di smartphone o tablet Android.

NOTA: Successivamente per aggiornare l’app ad una nuova versione, basterà inviare un nuovo file apk, purchè quest’ultimo sia stato creato con un codice differente. 

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *