Come compilare la domanda per le graduatorie GPS 2020-2022 (supplenze scuola)

Un minuto prima della mezzanotte di giovedì 6 agosto 2020 scade la domanda di inserimento/aggiornamento della propria posizione nelle nuove GPS, le graduatorie provinciali supplenze che a tutti gli effetti sono una rimodulazione delle vecchie graduatorie di istituto di seconda e terza fascia, adesso rinominate rispettivamente in GPS I fascia per abilitati e GPS II fascia per non abilitati.

Le GPS sono adottate per gestire supplenze lunghe per il biennio 2020/2021 e 2021/2022. Con la stessa istanza si fa richiesta anche di essere inseriti nelle graduatorie d’istituto in 20 scuole, utilizzabili per supplenze brevi.

Pre-requisiti

Possono fare domanda i docenti che hanno già ottenuto l’abilitazione o chi non è abilitato ma abbia titolo di studio (laurea magistrale per docenti, diploma di maturità per ITP) valido per una o più classi di concorso richieste congiunti all’inserimento obbligatorio, solamente per i nuovi inserimenti, dei 24 CFU.

Account su Istanze on line

Una volta verificato di essere in possesso dei pre-requisiti è necessario accedere al proprio account di Istanze online, in caso contrario crearne uno o entrare tramite l’identità digitale SPID.

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze

Il Ministero dell’Istruzione ha fatto predisporre una piattaforma online per l’inserimento o l’aggiornamento delle graduatorie GPS e di istituto, cliccare qui per accedere subito.
L’accesso è riservato ai titolari di un account Istanze Online o ai possessori dell’identità digitale SPID.

  1. Effettuato l’accesso leggere l’informativa sui dati personali e fare clic su Accedi.
  2. Scegliere la provincia dove verrà inoltrata la domanda, clic su Avanti.
  3. Verificare che i dati anagrafici e i dati di recapito siano corretti diversamente accedere al profilo personale di Istanze online ed eseguire le modifiche necessarie (da notare che le rettifiche per i dati di recapito si trovano all’interno della sezione “funzioni di servizio”). Per confermare clic su Avanti.

Modello di presentazione della domanda

La domanda è composta da 8 sezioni:

  • Scelta graduatorie di interesse, fascia e titoli di accesso
  • Titoli ulteriori rispetto al titolo di accesso
  • Titoli di servizio
  • Titoli di riserva
  • Titoli di preferenza
  • Altre dichiarazioni
  • Sedi graduatorie istituto
  • Allegati
Screenshot della bozza di una domanda.

La scelta graduatorie di interesse, fascia e titoli di accesso nonché altre dichiarazioni sono sezioni obbligatorie.

La compilazione di ogni sezione avviene facendo clic su Azioni disponibili e scegliendo dal menu a tendina la voce Inserisci.

La modifica, la visualizzazione e l’eliminazione dei dati di una sezione avvengono nel medesimo modo ovvero facendo clic su Azioni disponibili e poi scegliendo la rispettiva voce di interesse.

Scelta graduatorie di interesse, fascia e titoli di accesso

Effettuato l’accesso nella sezione fare clic su Aggiungi graduatoria e dal menu a tendina scegliere una delle dieci Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze:

  • TAB1 Infanzia e primaria I fascia
  • TAB2 Infanzia e primaria II fascia
  • TAB3 Secondaria di I e II grado I fascia
  • TAB4 Secondaria di I e II grado II fascia
  • TAB5 ITP secondaria di I e II grado I fascia
  • TAB6 ITP secondaria di I e II grado II fascia
  • TAB7 I fascia SOS posti straordinario
  • TAB8 II fascia SOS posti straordinario
  • TAB9 personale educativo I fascia posti straordinario
  • TAB10 personale educativo II fascia posti straordinario

Scelta la graduatoria compilare la scheda inserendo il titolo di studio, luogo, data e voto di conseguimento.

Da notare, che solo nel caso in cui il titolo di studio non riporti la votazione in formato numerico spuntare l’opzione per avvalersi del punteggio minimo ovvero 12 punti.

In caso di lode non dimenticarsi di spuntare la rispettiva casella perché consente di ottenere un punteggio extra.

Nell’ultima parte del modulo selezionare una delle tre opzioni in base alla propria situazione:

  • Chi si inserisce la prima volta deve selezionare la prima opzione poiché afferma così di essere in possesso dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche come previsto dall’articolo 5, comma 1, lettera b) del D.lgs 59/17
  • Se si è in possesso di abilitazione selezionare la seconda opzione che fa riferimento ai sensi dell’articolo 5, comma 4-bis, del D.lgs 59/2017
  • Per chi era già presente nell’ultima graduatoria (l’ormai ex seconda o terza fascia) spuntare la terza opzione.

Titoli ulteriori rispetto al titolo di accesso

La lista dei titoli inseribili dipende dalla tabella di riferimento della graduatoria scelta, tuttavia, ci sono diversi titoli comuni a tutte le graduatorie, come ad esempio:

  • Certificazioni linguistiche
  • Certificazioni informatiche
  • Corsi di perfezionamento post-diploma o master

Per ogni titolo compilare il modulo con i dati richiesti e fare clic su Inserisci.

La lista completa dei titoli valutabili si trova su Informazioni utili.

Titoli di servizio

Chi ha già lavorato in ambito scolastico può aggiungere dei titoli di servizio facendo clic sul rispettivo pulsante presente nella sezione.
Per ogni servizio aggiunto bisogna specificare:

  • Graduatoria su cui far valutare il servizio come specifico ai sensi del punto C1 delle rispettive tabelle di valutazione dei titoli
  • Anno scolastico
  • Eventuale valutazione art. 15 c. 4
  • Indicare se si è prestato servizio nei paesi UE
  • Selezionare l’insegnamento su cui è stato prestato il servizio
  • La tipologia di servizio
  • Facoltativamente la tipologia di supervalutazione
  • Opzionalmente l’annualità di insegnamento sul posto di sostegno nel relativo grado maturate entro l’anno scolastico 2019/2020
  • Il periodo e il numero di giorni
  • Spuntare eventualmente se si è prestato servizio ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine dello scrutinio
  • Istituzione dove si è prestato il servizio comprensivo di indirizzo, provincia e comune

Confermare facendo clic su Inserisci.

Titoli di riserva

I titoli di riserva fanno riferimento a: vita militare/guerra e agli invalidi/mutilati/sordomuti/non vedenti. Spuntare la voce d’interesse e inserire l’ente, la data e il numero dell’atto.
Per alcuni titoli è, inoltre, richiesta l’iscrizione nei centri dell’impiego.

Confermare tutto facendo clic su Inserisci.

Titoli di preferenza

Se si hanno dei titoli di preferenza inerenti: vita militare/guerra, invalidi/mutilati, orfani e ad eventuali figli a carico, vanno dichiarati in questa sezione.
Le voci complessivamente sono 20 e nella compilazione viene richiesto di specificare l’ente, la data e il numero dell’atto.

Inoltre, se si è già lavorato senza demerito presso le PA si può spuntare l’ultima opzione.

Per confermare le scelte clic su Inserisci.

Altre dichiarazioni

Si deve dichiarare il possesso dei requisiti generali, spuntando le varie opzioni interessate.
Nel dettaglio bisogna indicare:

  • Cittadinanza
  • Età NON inferiore ad anni 18 e non superiore ad anni 67 al 1° settembre 2020
  • Godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza o di provenienza
  • Posizione regolare nei confronti del servizio di leva al quale l’aspirante sia stato eventualmente chiamato (articolo 2, comma 7 bis del decreto del Presidente della Repubblica n. 693/1996)
  • Per i cittadini di cui alle lettere a) sub.i, ii. e iii. avere adeguata conoscenza della lingua italiana secondo quanto previsto dalla nota 7 ottobre 2013 n. 5274

Oltre, ai requisiti generali, bisogna dichiarare l’assenza di condizioni ostantive:

  • di non essere escluso dall’elettorato politico attivo
  • di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento
  • di non essere stato licenziato per giusta causa o giustificato motivo soggettivo ovvero di non essere incorso nella sanzione disciplinare dell’esclusione definitiva dall’insegnamento
  • di non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’articolo 127, primo comma, lettera d) del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, o non essere incorso nella sanzione disciplinare della destituzione
  • di non essere temporaneamente inabilitato o interdetto, per il periodo di durata dell’inabilità o dell’interdizione
  • di non essere dipendente dello Stato o di enti pubblici collocato a riposo, in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciale
  • di non trovarsi in una delle condizioni ostative di cui al Decreto Legislativo 31 dicembre 2012 n. 235

Scorrendo l’elenco dichiarare:

  • se si è subita sanzione disciplinare dell’esclusione temporanea dell’insegnamento;
  • se si hanno avuto o si hanno in corso procedimenti penali;
  • di essere fisicamente idoneo;

Spuntare la casella inerente alla privacy e l’autocertificazione.

Sono inclusi campi per situazioni particolari come l’aspirante immesso in ruolo con riserva; e per specifiche classi di concorso, quali: A029, A066, A076, A086, B001, B029, B030, B031, B032, B033, dichiaro di essere presente nelle graduatorie d’istituto del triennio 2017/18, 2018/19 e 2019/20.

Sedi graduatorie di istituto

Fare clic sull’icona con sfondo blu che consente la gestione delle sedi. Nella nuova schermata fare clic sul pulsante Aggiungi sedi, eventualmente applicare un filtro tra quelli a disposizione: comune, codice meccanografico e descrizione scuola, confermare con un clic su Cerca. La reimpostazione della ricerca si esegue con un clic su Reset.
I risultati di ricerca mostrano esclusivamente le scuole che comprendono l’insegnamento trattato, ad eccezione per le classi di strumento musicale, dove, invece, sono presenti tutte le sedi.
L’inserimento avviene spuntando il codice scuola e confermando facendo clic su Inserisci.
Il numero massimo di scuole inseribili è di 20 per classe di concorso.

La rimozione di una o più scuole avviene facendo clic sull’icona del bidone.

Allegati

Sezione riservata esclusivamente a chi deve allegare documentazione inerente:

  • titolo di studio conseguito all’estero;
  • dichiarazione di valore del titolo di studio conseguito all’estero per l’insegnamento di conversazione in lingua straniera;
  • servizi di insegnamento prestati nei Paesi dell’Unione Europea ovvero in altri Paesi

È consentito il caricamento di file .zip e .pdf la cui dimensione massima sia di 2 MB.

L’inoltro

Conclusa la fase di compilazione inoltrare la domanda inserendo il codice personale fornito col proprio account Istanze online.

Al termine viene generato un file PDF.

Correzioni

È possibile rettificare la domanda annullandola e rinviandola purché entro i termini di scadenza.

loading...

1 commento su Come compilare la domanda per le graduatorie GPS 2020-2022 (supplenze scuola)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *