Come funziona la doppia autenticazione dello SPID

Proseguiamo la nostra serie di guide dedicate alla sicurezza e in particolar modo alla doppia autenticazione – quel sistema che consente di entrare nel proprio account inserendo, oltre al nome utente e la password, un ulteriore codice aggiuntivo usa e getta inviato generalmente via sms.

In questa guida ci focalizziamo sullo SPID – nello specifico il servizio gratuito PosteID di Poste Italiane – l’identità digitale che consente di accedere ai siti della pubblica amministrazione.

Lo SPID, di default, oltre a richiedere la doppia autenticazione (livello 2) – che può avvenire tramite un codice diverso inviato via sms oppure tramite un codice fisso di autorizzazione con l’app PosteID – ogni volta che avviene un login invia automaticamente una notifica via email. In questo modo è possibile avere un registro degli accessi effettuati ai servizi che richiedono lo SPID. Ogni avviso mostra: data, ora, sistema operativo, browser e servizio usato.

Dove usare lo SPID

Tramite SPID tutti gli utenti possono entrare su:

  • Agenzia delle Entrate (inviare dichiarazione dei redditi/verificare versamenti effettuati/visualizzare CU/registrare contratti di locazione ecc.).
  • Inps (inviare domande/visualizzare estratto contributivo/versare contributi a colf/visualizzare cedolini/CU/annullare trattenute sindacali ecc.).
  • Portale dell’automobilista (verificare i punti della patente/l’esame della patente). Diversamente da altri servizi richiede il livello 1 (solo nome utente e password).
  • ANPAL (richiesta della disponibilità immediata al lavoro, fondamentale per richiedere lo stato di disoccupazione). Si tratta di un servizio ibrido poiché è necessario avere creato preventivamente un account e poi solo per la DID è necessario autorizzare tramite SPID.
  • ACI
  • Concorsi Guardia di Finanza

Nei siti sopracitati è possibile accedere anche tramite la creazione di un semplice account.

Poi ci sono dei servizi specifici riservati a determinate utenze, dove, fatta eccezione per NoiPA, l’accesso è consentito solamente tramite SPID.

  • NoiPA (gestione cedolini/CU per dipendenti della Pubblica Amministrazione).
  • Reddito di Cittadinanza /Pensione di Cittadinanza (per soggetti poveri/molto poveri che rispettano i requisiti).
  • Carta del docente (richiesta del bonus annuale di 500 euro, solo per docenti di ruolo).
  • 18App (richiesta del bonus di 500 euro, solo per i neo 18enni).
  • Fatturazione elettronica (titolari di Partita IVA).
  • INAIL (infortuni sul lavoro).

I titolari di un conto corrente BancoPosta, PostePay, libretto postale Smart possono usare PosteID per autorizzare i pagamenti, anziché usare il codice conto o il vecchio lettore BancoPosta.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *