Come inviare MAD per supplenze brevi

Nel 2017 abbiamo proposto un modello Word per compilare MAD acronimo che indica la messa a disposizione per le supplenze brevi di docenti, ITP e ATA (la guida completa su: Word (L9): come creare modello MAD messa a disposizione per docenti, ITP e ATA.); a distanza di tre anni facciamo il punto e vediamo che cosa sia cambiato.

La compilazione

La domanda di messa a disposizione – indipendentemente se inviata come file PDF piuttosto che compilata online – deve includere dati anagrafici, residenza e recapito del candidato unitamente a dichiarazioni inerenti il possesso dei diritti civili e politici, essere incensurati e di non essere sottoposto a procedimenti penali nonché sottoscrivere la liberatoria per la privacy.
Ovviamente deve includere il titolo di studio che consente di accedere alla classe di concorso per la quale si fa domanda e aggiungere eventuali altri titoli valutabili come certificazioni informatiche, certificazioni linguistiche, corsi di perfezionamento, lauree, master, ecc.

MAD è un acronmimo che significa Messa a disposizione.

Dove inviare le MAD

Sul sito di FLC CGIL è possibile conoscere in pochi clic tutte le tipologie di scuole dove sia possibile insegnare con la propria classe di concorso.

Il periodo

Considerando l’autonomia scolastica ogni istituzione stabilisce a priori il periodo dell’anno quando sia possibile inviare la MAD.
Tale periodo generalmente va da maggio a luglio.

Come inviare la MAD

Sempre più istituzioni accettano MAD solamente se vengono inviate tramite modulo presente sul sito della scuola.
C’è chi usa moduli personalizzati e chi invece opta per moduli gestiti da terzi come quelli generati tramite Google.
Pertanto, MAD inviate tramite PEO (posta elettronica ordinaria) o PEC (posta elettronica certificata) nonché qualsiasi altra forma (cartacea oppure brevi manu).

Altre regole

Alcune scuole consentono l’invio di MAD solo nel caso in cui il candidato non sia già incluso in graduatoria.
Pertanto è importante fare sempre riferimento alle circolari interne della scuola e non affidarsi a un invio massimo di MAD.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *