Come Richiedere Visura Targa Auto al PRA

Ogni autoveicolo deve avere una targa automobilistica che identifica in modo univoco il proprietario (in assenza di essa è comunque possibile risalire tramite il telaio posto sotto il veicolo).
La targa automobilistica è una placca di piccole dimensioni posta sia sul fronte che sul retro del veicolo, spesso formata da materiale metallico.
Sulla superficie, a partire dal 1994 (modificata nel 1999 per adattarsi allo stile europeo, con l’aggiunta della sigla nazionale, l’anno e il comune di immatricolazione) la targa di un automobile è formata da sette caratteri: due lettere, tre numeri e nuovamente due lettere.
Come detto, tramite la targa automobilistica, è possibile risalire al proprietario. Dato di fondamentale importanza qualora si subisce un incidente e l’automobilista scappa via oppure per avere informazioni quando si acquista una macchina da un privato, sapendo se effettivamente è di sua proprietà oppure è rubata.

I dati tecnici del veicolo e del relativo proprietario sono inseriti nel PRA, il pubblico registro automobili, gestito dall’Aci (Automobile Club Italia).
Il database del PRA contiene i dati di tutti gli autoveicoli (infatti oltre all’automobile è possibile risalire tramite la targa anche al proprietario di un motociclo, rimorchio ecc.) immatricolati dopo il 1993.

Come richiedere Visura Targa

La visura della targa può essere richiesta di presenza, recandosi presso l’ufficio locale dell’Aci oppure comodamente da casa, tramite il servizio on line della stessa Aci o di qualsiasi agenzia di pratiche auto.

Visura Targa sul sito di ACI

Il servizio in ogni caso è a pagamento e l’importo può essere pagato esclusivamente tramite carta di credito (Aci Citi, Visa, Mastercard, Diners, Carta Si, American Express).

Nel momento di redigere questa guida, il costo è di €  5,65 di cui : (€2,84 per il costo della visura, secondo la vigente tariffa approvata con D.M. delle Finanze del 01/09/1994 e € 2,32 + 21%IVA per il costo del servizio telematico e della intermediazione finanziaria).

Inoltre, la visura ottenuta in modalità telematica non costituisce certificazione poiché questo particolare tipo di documento può essere rilasciato solo dall’ufficio provinciale ACI.

Si possono fare al massimo 3 visure al giorno per codice fiscale.

Per eseguire una visura è necessario riempire tre moduli:

  1. Dati del richiedente: cognome, nome, codice fiscale, data di nascita, telefono, email.
  2. Dati per la fatturazione: ragione/den. Sociale, tipo società, partita iva (i primi tre campi valgono solo nel caso di persona giuridica, in assenza la fattura verrà inviata ai dati inseriti nei successivi campi) indirizzo, località, provincia, cap.
  3. Dati veicolo: scegliere il tipo di veicolo (autoveicolo, motoveicolo o rimorchio) e poi digitare la targa nel campo che segue.
  4. Fare clic sul pulsante di colore rosso “Effettua il pagamento”.
  5. Viene visualizzata una finestra “Confermi la visura per la targa: Confermi? Fare clic su ok oppure su annulla e modificare la targa.
  6. Inserire i dati della carta e procedere al pagamento.
  7. Confermare i dati o eventualmente correggere.
  8. Dopo qualche secondo verranno visualizzati i dati, che saranno comunque spediti anche all’indirizzo e-mail specificato nell’ordine.

Nota: Facendo clic su Stampa, verrà stampata l’intera pagina. Si consiglia di selezionare tutto-> copiare -> incollare in Microsoft Word o qualsiasi altro elaboratore di testi e poi stampare.

Il servizio descritto si riferisce alla Visura Targa Attuale, tra gli svariati servizi telematici offerti dall’Aci e dalle Agenzie di pratiche auto è possibile avere, ad un costo maggiore, la Visura Targhe Storiche, dove saranno visualizzate tutti i veicoli posseduti nel corso della propria esistenza.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *