Come vivere senza televisione

La televisione, in Italia, nasce ufficialmente il 3 gennaio 1954. Nel corso dei decenni ha subito importanti modifiche, basti pensare all’arrivo della tv a colori seguita – negli anni settanta – dalla fine del Monopolio Rai con la nascita delle innumerevoli tv locali sparse nel Belpaese, fino ad arrivare ai giorni nostri con la televisione in alta definizione e le smart tv.

Ed è proprio con la diffusione della connessione a banda larga che il concetto di televisione si è radicalmente modificato giacché non si è più obbligati a seguire rigidi palinsesti o, in alternativa, impostare il timer del videoregistratore bensì, tramite una buon collegamento a internet è possibile usufruire di contenuti on demand quando si preferisce.

Le varie piattaforme online sono in grado di fornire, sia gratuitamente sia a pagamento, un’ampia offerta di contenuti cinematografici, sportivi, documentaristici, per bambini e ragazzi, musicali e informativi.

Tra i servizi gratuiti vi rientrano Rai Play, Mediaset Infinity, Pluto e Youtube mentre, a pagamento, si possono distinguere servizi a noleggio come Chili e Rakuten e pay tv come Now Tv.

Evitare il canone

Inoltre, togliendosi il televisore e fornendosi di un buon monitor connesso a internet è possibile risparmiare 90 euro annui evitando di pagare il canone.

La normativa vigente in Italia obbliga il pagamento dell’odiosa tassa solamente se si possiede un televisore oppure un decoder per il digitale terrestre e/o per il satellite.

Pertanto il possesso di un monitor collegato a un computer/tablet/smartphone che consenta di vedere contenuti on demand non costituisce in alcun modo reato.

Ecco due monitor da installare in casa.

Il monitor LG da 24 pollici è un FULL HD, con casse integrate e con due porte HDMI consente di collegare, vari dispositivi come un lettore DVD, Chromecast, Fire Tv o un computer.

Per chi, invece, desidera un monitor più potente con risoluzione 4K e fornito di ulteriori porte HDMI e USB, casse integrate più potenti e comodo telecomando si può optare per il monitor LG da 43 pollici.

In combinazione all’acquisto di un monitor risulta piuttosto utile comperare un dongle tv come Fire Tv, evitando così di tenere fili sparsi.

Un televisore smart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.