Creare una console retrò con Raspberry PI 3 e Recallbox

Raspberry PI è molto apprezzato dal consumatore finale per il suo uso multimediale/ludico. Dopo averne visto l’uso come media centre (tramite la distribuzione di terze parti OSMC), in questa guida eccone l’uso con Recallbox, in modo da trasformarlo in una vecchia console per giocatori nostalgici.  

Le istruzioni presenti in questo tutorial si basano su un computer con preinstallata l’ultima versione del sistema operativo di Microsoft, Windows 10 e il micro-pc made in U.K. Raspberry PI, giunto al momento di scrivere all’ultima versione, il Raspberry PI 3 modello B.

Hardware necessario

Per usare il Raspberry PI in una console retrò è necessario disporre del seguente hardware:

  • Computer esterno (con Windows 10 o altra versione compatibile)
    • con adattatore usb/scheda SD per leggere schede microSD
  • Raspberry PI 3
    • fornito di cavo HDMI,
    • alimentatore,
    • scheda microSD (fortemente consigliata di classe 10)
    • Gamepad/Joystick usb o Bluetooh
    • oppure tasteria usb

Formattare la scheda MicroSD

Prima di procedere all’installazione della console retrò è di fondamentale importanza effettuarne la formattazione usando il programma SDFormatter.
Inizializzando con SDFormatter è possibile rimuovere anche eventuali partizioni della scheda microSD, ricordandosi di selezionare la voce Erase del menù Format Type, presente tra le opzioni del programma.
E’ possibile evitare l’uso di SDFormatter nel caso di schede microSD vergini, nuove, mai usate.

Download e Preliminari di installazione

La procedura di download e installazione è pressoché identica a quella di Noobs per Raspian. Infatti, una volta completato il download del file d’installazione dal sito ufficiale recallbox.com, estrarne il contenuto e fare copia-incolla sulla scheda microSD.

Installazione

L’installazione vera e propria del sistema operativo avviene nel momento in cui si inserisce la scheda microSD sul micropc e si accende il Raspberry PI.

Il setup è automatico e dopo pochi minuti sarà possibile giocare sin da subito ad alcuni dei migliori giochi retrò delle principali console del passato.

Da notare che questa particolare distribuzione ludica di Raspbian comprende anche il media centre Kodi.  

Configurazione

Terminata la fase di installazione procediamo alla configurazione della console.
Iniziamo dalla lingua, poiché di default è impostato l’inglese.

Premere il tasto invio e poi il tasto A (di default paradossalmente corrisponde al tasto Enter) e selezionare System Setting e poi Language, per impostare l’italiano. Modificando la lingua di sistema è necessario riavviare Recallbox.

Usando i valori predefiniti, ecco quali tasti della keyboard usare:

  • Invio, entrare/uscire da un menù
  • A, corrisponde all’invio (sic)
  • S, torna alla schermata iniziale delle console
  • B, corrisponde al tasto indietro
  • Tasti freccia, per spostarsi tra le voci

Mentre per i giochi:

  • Invio, avvia o mette in pausa il gioco
  • A, Z, X, C in genere consentono di sparare o fare altre azioni riferite al gioco specifico
  • Tasti freccia, per muoversi all’interno del gioco

Giochi predefiniti

Di default Recallbox contiene una ventina di giochi scelti tra le console: Game boy, Sega Master System, Pc Engine, Doom, Super Nintendo e Nintendo Entertainment System.

Per ampliare il numero dei giochi bisogna scaricare le rom, ad esempio da Emule Paradise.

Ma prima bisogna predisporre una pen drive per ricevere le rom. Pertanto inserire un’unità usb – non necessariamente vuota – sul Raspberry. Poi modificare l’impostazione di storage scegliendo “Anyexternal”. Spegnere il dispositivo, rimuovere la pen drive e collegarla al pc. Aprendola, si noterà la presenza di una nuova cartella “Recallbox”, fare clic su Rom e infine copiare sulla relativa console, il gioco precedentemente scaricato. Conclusi i trasferimenti, effettuare la rimozione sicura dell’hardware e collegarla al Raspberry.

All’avvio del “lampone” ci saranno i nuovi giochi caricati, suddivisi per la rispettiva console di appartenenza.

Alternative a Recallbox

Come succede per micropc e media centre esistono varie distribuzioni di Raspabian che lo trasformano in un‘esclusiva console vintage. Oltre a Recallbox un’altra distribuzione abbastanza conosciuta nell’ambiente dei player nostalgici e Retropie. In questo caso, però sia la procedura d’installazione che configurazione è leggermente più complessa. Infatti bisogna avere installato un compressore in grado di estrarre il contenuto dai file .xz (ad esempio il gratuito 7Zip) e soprattutto un software per scrivere l’immagine disco sulla scheda microSD (sempre gratuito, su Windows c’è Win32 Disk Imager).

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *