Doppio audio e sottotitoli finalmente su Rai Play

Finalmente su Rai Play il servizio on demand della tv di Stato sono state aggiunte due importanti novità: il doppio audio e i sottotitoli.

In questo modo, per alcuni titoli della library, è possibile seguire film in versione originale con sottotitoli in italiano.

Screenshot che mostra le nuove funzionalità di Rai Play.

L’attivazione dei sottotitoli risulta utile anche per i non udenti che, così, potranno seguire il film con il supporto di questo importante strumento compensativo.

Chi visiona i contenuti dal computer troverà le nuove funzionalità (ndr visualizzabili solo nel caso in cui almeno una delle due opzioni sia attivabile) tra l’icona delle informazioni e quella delle opzioni.

Di default tutti i contenuti vengono riprodotti in italiano e i sottotitoli risultano disattivati.

Per usufruire di Rai Play è necessario avere un account, in caso contrario è necessario registrarsi, associando il proprio account Facebook, Google o tramite email. La registrazione è gratuita.

Altri servizi on demand

Rai Play, con questa novità, ha compiuto un’azione pioneristica. Infatti, finora nessun servizio on demand gratuito consentiva di poter seguire un film con l’audio originale nonché la possibilità di attivare i sottotitoli.
Sarà interessante, a questo punto, come si comporterà Mediaset Play.

Il servizio on demand, dell’azienda di Cologno Monzese, è sempre partito in ritardo rispetto alla tv di Stato. Basti pensare a tal proposito che la library cinematografica sia stata attivata diversi anni dopo da quella della Rai.

Difficile ipotizzare l’attivazione di queste opzioni su altri servizi on demand gratuiti quali: Vvvvid, Popcorn Tv o sui canali ufficiali Youtube, in quest’ultimo caso, spesso, l’attivazione dei sottotitoli è generata automaticamente con palesi errori di grammatica, sintassi e ortografia.

Infine, c’è il nuovo servizio gratuito, ma con tanta troppa pubblicità, di Chili, il quale, purtroppo spesso, non consente di usufruire del doppio audio e dei sottotitoli neanche sui film in pay per view – diversamente da ciò che avviene, invece, per altri servizi analoghi.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *