Guida Linux Server – Debian (L2): Installare Webmin

Webmin è l’interfaccia web per gestire in modo più semplice e rapido il proprio server Linux. Nel caso specifico ci occupiamo di Debian nella versione 6.0.

webmin-debian

Effettuare l’installazione modificando il file /etc/apt/sources.list

Nota: Su Debian per modificare file si usa l’editor vi (esempio: vi /etc/apt/sources.list) e poi premere la lettera i per effettuare modificare mentre per salvare premere il pulsante Esc e poi scrivere :qw e premere il tasto invio.

Aggiungere la seguente linea:

deb http://download.webmin.com/download/repository sarge contrib

Scaricare e installare la chiave repository:

# wget http://www.webmin.com/jcameron-key.asc
# apt-key add jcameron-key.asc

Infine effettuare il setup vero e proprio:

# apt-get update
# apt-get install webmin

Per accedere a Webmin, aprire il browser è digitare l’indirizzo ipv4 del vostro server seguito dal numero di porta :10000

Conclusa l’installazione accedere inserendo il nome utente e la password dell’utente root.
Il menù di Webmin è così formato: webmin, sistema, server, altro, rete, hardware, cluster e un-used modules. E a seguire la barra di ricerca, il registro dei moduli, informazioni sul sistema, controllo degli aggiornamenti e il link per disconettersi.
La traduzione italiana risulta piuttosto lacunosa in più punti ma alla fine si riesce comunque a comprendere il significato delle varie opzioni.
Le prime operazioni essenziali per iniziare ad usare il server Debian è quello di installare Apache, Php, Mysql e Ftp.
Andare su un-used modules e fare clic, uno alla volta, su queste voci e clic sul link segnalato per avviare l’installazione.
Se necessario è possibile anche installare server per la posta elettronica e la gestione dei dns, argomenti decisamente più complessi.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *