Lavoro autonomo occassionale

L’Articolo 2222 del Codice civile definisce il lavoratore autonomo occasionale, colui che compie un’opera o un servizio con lavoro proprio, senza subordinazione o coordinamento.
Per quanto concerne l’aspetto contributivo, il Decreto legislativo N. 276 del 10/09/2003, noto anche come “Legge Biagi”.
Le collaborazioni occasionali sono attività che:  

– Coinvolgono il lavoratore per una durata che complessivamente non supera i 30 giorni nel

corso dell’anno solare con un medesimo committente;

– Non prevedono, nel medesimo arco di tempo, compensi superiori a Euro 5 mila.

Pertanto se il vostro reddito annuale, dovuti ai guadagni occasionali, non supera la soglia di € 5.000 non è necessario disporre di una partita Iva.
Il lavoratore autonomo occasionale può redigere un contratto a progetto o può rilasciare, su richiesta, regola ritenuta d’acconto.
Nel caso in cui venga superata la soglia dei € 5.000-anno, sarà obbligato a registrare la propria impresa, anche in regime minimo (soglia dei € 30.000/- anno).
Ricordiamo infine che l’apertura di una Partita Iva è gratuita ed è facile da ottenere, compilando gli opportuni moduli presenti nelle Agenzie delle Entrate della vostra città. Tale apertura, però comporta degli obblighi, anche in regime minimo, come la conservazione e soprattutto la presentazione delle fatture annuali (con una percentuale minima da versare) e soprattutto l’obbligo di versare i contributi previdenziali all’inps.

Alcuni esempi di prestazioni occasionali, sul web:

·         Articolista

·         Webmaster/Webdesigner

·         Traduttore

·         Assistenza/Installatore

Altri esempi di prestazioni occasionali, nella realtà:

·         Lezioni private

·         Volantinaggio

·         Trasporto pizze/Corriere

·         Call center

·         Tecnico informatico

Perché affidarsi al “Ragazzino smanettone”?
Il “Ragazzino smanettone”, in gergo dispregiativo, indica l’informatico che presta lavoro occasionale è che secondo una schiera di professionisti, viene ritenuto nocivo alla società.
Ma allora perché affidarsi?
L’informatico occasionale, può rilasciare ritenuta d’acconto; i compensi sono dovuti attraverso Servizio sicuro e garantito dal leader mondiale Paypal; Le e-mail vengono inviate attraverso il sistema PEC, posta elettronica certificata, la quale rispetto all’e-mail semplice ha valore legale; L’informatico da assistenza via msn gratuita; Ma soprattutto l’informatico vi fornisce un servizio economico e veloce!

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *