Metodi di pagamento non tenuti all’Anagrafe dei conti correnti

Il contante rimane la forma più anonima e meno tracciabile. Tuttavia quando non è possibile usarlo ecco i metodi pagamento tenuti e non tenuti a comunicare i dati all’Anagrafe dei conti correnti. Tale presenza può incidere negativamente ai fini ISEE e IRPEF.

MetodoCaratteristiche: punti di forza e di debolezza
Paypal– Trattandosi di banca estera non è tenuta a inviare all’Anagrafe dei conti correnti.
– Commissione azzerata se pagamento effettuato come “amico”, altrimenti Euro 0,35 + 3,40%.
– Soldi spendibili anche online.
– Soldi prelevabili con accredito su conto (nessuna commissione) e su carta (1% commissione).
Conversione di valuta con commissione al 3%.

Il consumatore deve avere una carta/conto e l’uso è esclusivamente online.
Buono Amazon– Soldi spendibili solo online su Amazon. Non prelevabili.
Durata decennale
– Se pagato tramite codice, si può cedere.*
– Trattandosi di una shopping card, non è tenuta a inviare all’Anagrafe dei conti correnti.
Tagli predefiniti di presenza mentre tagli personalizzabili online.

*Attenzione! questo metodo è vietato dalla policy di Amazon!

Per il consumatore si tratta di un servizio flessibile giacché può pagare online o di presenza, con pagamento su conto/carta ma anche in contanti.
Ricarica telefonica– Soldi spendibili solo su credito residuo. Non prelevabili.
– Durata fino a scadenza sim.
– Trattandosi di credito prepagato, non è tenuta a inviare all’Anagrafe dei conti correnti.
– Tagli predefiniti sia di presenza sia online, fare attenzione all’effettivo credito erogato.

Per il consumatore si tratta di un servizio flessibile giacché può essere pagato online o di presenza, con pagamento su conto/carta ma anche in contanti.
Postepay– È tenuta a inviare all’Anagrafe dei conti correnti.
– Soldi prelevabili in contanti, su conto o su altra carta, al costo di 1 euro.
– Durata fino a scadenza della carta.

Il consumatore paga una commissione di 1 euro (ufficio postale/online) o 2 euro (Lottomatica). Si tratta di un servizio flessibile giacché può essere pagato online o di presenza, con pagamento su conto/carta ma anche in contanti.
Da un punto di vista della privacy, oltre all’intestatario, è necessario fornire il codice fiscale, nel quale sono presenti dati sensibili quali data e luogo di nascita.
Bonifico/Postagiro/
Giroconto
È tenuta a inviare all’Anagrafe dei conti correnti.
– Soldi prelevabili in contanti, su conto gratis mentre su Postepay al costo di 1 euro.
– Durata fino a scadenza della carta.

Il consumatore potrebbe pagare una commissione. Si tratta di un servizio flessibile giacché può essere pagato online o di presenza, con pagamento su conto/carta ma anche in contanti.
Bitcoin– Valore volatile.
– Soggetto a commissione.
Le informazioni presenti in questo articolo sono solamente delle riflessioni a mente aperte sull’attuale situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.