Quotidiano Pubblico chiude: muore il giornale progressista

Il quotidiano Pubblico chiude. Nato il 3 settembre 2012 in versione on line, poco dopo approda nelle edicole.

pubblico-giornale

Grazie, la prima vita di Pubblico finisce qui. In attesa di poter risorgere, come nelle favole, vi raccontiamo qualcosa di quello che abbiamo provato a fare, e perchè.

Con queste parole Pubblico ha aperto la prima pagina del giornale, ringranziando i lettori e sperando in nuova vita, chissà magari solo online, come d’altronde originarialmente era nato.

All’inizio il giornale progressista, con evidente orientamento a sinistra ma molto aspro però nei confronti del movimento cinque stelle e dei suoi membri, i grillini, aveva ottenuto ottimi risultati di vendita. Poi l’abbandono del fondatore è l’inizio della crisi che ha condotto alla clamorosa chiusura.

Della redazione di Pubblico hanno fatto parte Luca Telese (volto noto dell’emittente La7 e possessore al 17%), in veste di direttore, Corrado Formigli, Ritanna Armeni e Francesca Fornario.

Quando chiude un giornale dispiace sempre, anche se in questo caso si tratta di un periodo esplicitamente di stampo politico.

Fonte | Mondo Informazione

Link di Approfondimento | Pubblico

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *