Ricarica Postepay, Cellulare e Pagamento Bollettini da ATM

Dagli sportelli automatici (atm) di Poste Italiane, i Postamat, è possibile oltre che prelevare contanti (massimo 250 € per carta Postepay al giorno più 1 euro di commissione), vedere il saldo e la lista degli ultimi movimenti ed effettuare alcune operazioni di pagamento.

Ricaricare la propria o un’altra Postepay, effettuare una ricarica telefonica e infine pagare un bollettino postale.

Nel primo caso è sufficiente inserire, quando richiesto, numero della carta prepagata e importo, quest’ultimo valore se non presente tra le opzioni del bancomat si può selezionare facendo un tocco su importo personalizzato, nonchè confermare l’operazione.

Al termine, come per il prelievo, è possibile avere il prememoria.

postamat

In modo simile funziona il sistema per effettuare ricariche cellulari (importo minimo euro 10) o pagare bollettini. Nella prima circostanza risulta fondamentale avere con sè il numero da ricaricare, nell’altro di avere il numero di conto corrente postale del beneficiario.

Le operazioni possono essere compiute con carta Postepay o con la carta di credito, di debito, fornita da Poste Italiane all’apertura di un conto corrente (esempio con la Maestro Mastercard è possibile prelevare fino a 600 € al giorno senza alcuna commissione), dove però cambia l’importo massimo, che è maggiore, da prelevare giornalmente nonchè non è prevista alcuna commissione.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *