Risparmiare GB guardando video su Youtube

Se avete una connessione a consumo siete abbastanza informati di quanto sia “affamato” di GB la piattaforma Youtube. Per evitare l’eccessivo consumo è consigliabile scegliere una risoluzione più bassa rispetto a quella standard di 480 px, evitare video in alta definizione (dei veri e propri “cannibali” di GB), se guardate spesso lo stesso video conviene scaricarlo anziché riprodurlo ogni volta e infine sfruttare la potenzialità di una rete wifi pubblica.

Andiamo con ordine e vediamo come applicare queste strategie.

Risoluzione video

Per modificare la risoluzione video fare clic sulla rotellina di ingranaggio e fare clic su una risoluzione più bassa, da notare che a un minor consumo di GB inevitabilmente corrisponderà anche una minore qualità. Tale operazione preventiva è fondamentale nel caso di video in alta definizione (sarà presente la sigla HD qualora il video disponesse di tale qualità).

Scaricare video

Ci sono vari modi per scaricare video da Youtube: dal sito web che non richiede alcun programma da scaricare alla pratica estensione per browser.
Nel caso di siti web che offrono la possibilità di scaricare video da Youtube è necessario fare copia-incolla dell’indirizzo url che identifica il video da scaricare. Tra i tanti servizi presenti in rete consigliamo Yout.com subito dopo potrete scegliere di scaricare il video, con tanto di risoluzione o nel caso di videoclip sarà possibile estrarre soltanto l’audio mp3.

Scaricare da una rete pubblica

Nelle piazze dei principali comuni italiani è possibile usufruire gratuitamente di una connessione internet ad alta velocità per alcune ore al giorno – previa registrazione di un account gratuito.
Sfruttando la connessione a banda larga gratuita presente peraltro anche nei centri commerciali è possibile scaricare tanti video da Youtube e da altre piattaforme per poi poterli vederli off line.

Non solo Youtube

Ciò che abbiamo visto su Youtube in termine di risoluzione è possibile farlo anche per lo streaming e l’on demand delle principali pay tv on line da Now Tv a Infinity. Infatti anche in questi casi generalmente il sito offre la possibilità di diminuire la risoluzione video a vantaggio di un risparmio di GB ma a discapito inevitabilmente della qualità.
Anche in questo caso è possibile risparmiare preziosi GB collegandosi a una rete pubblica, come quelle presenti in alcune piazze italiane e nei centri commerciali.
Sfruttando la connessione a banda larga pubblica 
Netfix, Amazon Prime Video, Google Video, Now Tv e Infinity (solo per citare le principali piattaforme) consentono di scaricare film e altri contenuti per vederli off line, in genere con una limitazione di 48 ore.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *