Come Fare Root su Android (Senza Computer)

Effettuare il root su un dispositivo Android consente di avere i permessi di superutente – l’equivalente dei permessi di amministratore su Windows. Avendo il root è possibile installare speciali app, disinstallare app di sistema e soprattutto installare rom personalizzate, ovvero poter aggiornare il sistema operativo. Tuttavia il root invalida la garanzia.

Il root si può ottenere collegando il dispositivo al pc oppure agendo direttamente sul vostro device installando una semplice app.

Attivare provvisoriamente, per tutta la durata della procedura, l’installazione di file apk da altre fonti (fondamentale per l’installazione di King root e Supersu-Me). Andate su Impostazioni -> Sicurezza e spuntate la casella su “Origini sconosciute”. A ciò dovete attivare, sempre da Impostazioni -> Sviluppatore, l’opzione “Attiva Debug USB”.

Le App

Scaricate King root.

king-root
Per aprire il pacchetto apk installate, dal Play Store, ES Gestore File.
Avviate ES Gestore File spostatevi sulla cartella “Download” e aprite il file King groot scaricato in precedenza.

es-gestore-file

Aprite Kingroot e premete il tasto centrale per avviare il root e attendete.

Installate Root Checker Basic per verificare se effettivamente avete lo stato di superutente.

root-checker

Poiché King root include un malware, come rilevato dall’app Malwarebytes, bisogna sostituire King root con Super SU.

malware

Installate Super SU-Me e seguite le istruzioni a schermo, facendo attenzione a non rimuoverle nulla poiché ci penserà la stessa app a sostituirsi a King Root e alla sua conseguente rimozione.

Termina questa fase riavviate il sistema e con Root Cheker Basic verificate di avere ancora i permessi di root.

Disinstallare App di Sistema

Tra i molteplici usi che si possono effettuare avendo i permessi di root rientra la possibilità di disattivare quelle app di sistema. Per fare questa operazione installare l’app System App Remove.

Da notare che anche effettuando il ripristino di fabbrica i permessi di root acquisiti rimangono, per rimuoverli potete utilizzare King Root per Windows.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *