Scoprire architettura del processore: CPU a 32 o 64 bit?

La CPU acronimo inglese traducibile in Unità Centrale di Elaborazione.

Tutti i moderni pc e notebook commercializzati negli ultimi anni usano processori con architettura a 64 bit.
Tuttavia se è necessario effettuare degli aggiornamenti su computer di qualche anno addietro bisogna verificare se sia in grado di supportare la moderna architettura oppure l’ormai obsoleta 32 bit.

Da proprietà del sistema

Su Windows basta andare su Risorse del computer e dalle proprietà è possibile verificare immediatamente quale architettura sia in uso, utile per sapere quale versione di software installare.
Comunque tale controllo risulta parzialmente veritiero in quanto, la CPU potrebbe supportare sistemi a 64 bit anche se è installato un sistema a 32 bit.

Dal registro di sistema

Un controllo realistico sull’architettura della CPU, avendo installato Windows, si effettua andando su:

Menu Start – Accessori Windows – Esegui

e scrivendo Regedit premere il tasto Invio da tastiera.

A questo punto spostarsi sul seguente percorso:

HKEY_LOCAL_MACHINE\HARDWARE\DESCRIPTION\System\CentralProcessor\0

e alla voce Identifier controllare il primo valore se c’è scritto x86 significa che supporta solo sistemi a 32 bit diversamente dalla presenza del numero 64 che permette di installare sistemi operativi a 64 bit, o in alternativa (fortemente sconsigliato) anche a 32 bit.

Una piccola curiosità: si usa il prefisso x86 per indicare che è compatibile col capostipite dell’architettura 8086 usato inizialmente per indicare i processori a 16 bit.
Una CPU a 32 bit può supportare fino a un massimo di 4 GB di RAM.

Sistema Operativo e Programmi

Dall’architettura della CPU dipende la scelta del sistema operativo e dei programmi installabili. Facendo attenzione che è possibile installare un sistema operativo nonché i programmi con architettura a 32 bit sia su CPU a 32 che a 64 bit ma non è possibile fare installazioni di architetture a 64 bit su CPU a 32 bit.

Configurazioni obsolete

Le CPU a 32 bit sono obsolete al pari dell’interfaccia IDE-PATA usata nei vecchi hard disk sia da 2,5” che da 3,5” nonché nelle unità ottiche.
Da diversi anni tutte le CPU hanno un’architettura a 64 bit come d’altronde l’interfaccia usata per il collegamento di hard disk e unità ottiche è la moderna SATA (ultima versione 3.0 fino a 6 Gb/s).
Analogamente anche la RAM (distinguibile tra il formato DIMM per pc desktop e SODIMM per notebook) si è evoluta nel corso del tempo, l’ultima generazione è la DDR-4.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *