Sito Web Osservatorio sulla Censura di Internet in Italia

Oggi recensiamo il sito dell’osservatorio sulla censura di internet in Italia.

censura

Ecco chi è autorizzato a fare censura:

  • L’autorità giudiziaria.
  • La polizia postale e delle comunicazioni (tramite ilCNCPO).
  • L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ex AAMS).
  • L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Sul sito è disponibile l’elenco completo dei siti censurati. La tabella include la data, il dominio, la categoria, l’0rigine ed eventuali note.

Provando ad accedere in uno di questi siti si verrà reindirizzati verso la pagina di sequestro della relativa autorità che l’ha sequestrata.

Dal sito è possibile consultare anche lo storico e i grafici.

E’ possibile sottoscrivere i feed per avere aggiornamenti in tempo reale sulla censura dei siti web con indirizzo ip dislocato in Italia. Infatti, se ci si collega da un altro paese è comunque possibile visualizzare il contenuto di questi siti web.

Il motivo della censura è abbastanza omogenea: ci sono siti che hanno fatto distribuzione pirata di  riviste, pseude agenzie di viaggi, negozi elettronici che vendono prodotti falsi, motori di ricerca per torrent, live streaming, whistleblowing, phishing, antisemitismo, file locker, farmaci (steroidi), venditori di sigarette ecc.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *