Strumenti compensativi informatici ed elettronici per DSA

La legge italiana riconosce 4 disturbi specifici dell’apprendimento: dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia.

In questa guida facciamo il punto sui DSA i disturbi specifici dell’apprendimento e su quali siano i migliori strumenti compensativi da scegliere.

DSA, chi sono?

Sono gli alunni che possono avere disturbi nella lettura, scrittura e/o nel calcolo. La legge 170 del 2010 riconosce per la prima volta in Italia tale problema, che non è dovuto a una limitazione cognitiva generale come avviene per i DVA (diversamente abili) bensì a un disturbo innato, neurobiologico e specifico.
La legge dell’ottobre 2010 individua quattro disturbi:

  • Dislessia, difficoltà nella lettura sia in termini di velocità che di correttezza.
    Esiste il modello a “due vie” dove le parole possono essere lette in due modalità diverse: foneticamente lettera per lettera e lessicale parola per parola.
  • Disortografia, difficoltà nel tradurre il parlato in scritto, commettendo vari errori di ortografia.
  • Disgrafia, difficoltà nell’avere una grafia quanto meno comprensibile.
  • Discalculia, difficoltà nel fare i calcoli.

Dai fattori di rischio alla certificazione

E’ compito della scuola individuare fattori di rischio che possono far dedurre che si tratti di un caso DSA.
Una volta avvertita la famiglia, essa dovrà rivolgersi al SSN o a una struttura convenzionata per ottenere dapprima la diagnosi e poi la certificazione.

La diagnosi può essere rilasciata dal medico o dal psicologo solo al termine della seconda elementare nel caso di dislessia, disortografia e disgrafia e al termine della terza elementare nel caso di discalculia.

Tutti gli alunni DSA con certificazione o diagnosi hanno diritto al PDP il piano didattico personalizzato che include, oltre ai dati anagrafici e al disturbo specifico dell’apprendimento, anche informazioni sulla didattica individualizzata, personalizzata, gli strumenti compensativi e le misure dispensative.

La didattica da attuare su un alunno DSA può essere di tipo individuale, quando l’alunno segue lo stesso programma ma con verifiche diversificate, ridotte in numero di quesiti e/o dando maggiore tempo a disposizione.

Si fa riferimento a una didattica personalizzata nel momento in cui l’alunno DSA segue un programma diversificato con prove ridotte al fine di ottenere gli obiettivi minimi di apprendimento.

Nel caso in cui siano presenti gravi disturbi dell’apprendimento il DSA può essere supportato dall’insegnante di sostegno.

I DSA sono alunni come tutti gli altri e in nessuna prova tanto più sul diploma, o qualsiasi altro titolo di studio conseguito, si fa riferimento al disturbo specifico dell’apprendimento.

Strumenti compensativi

Gli strumenti compensativi possono essere metodi alternativi di apprendimento, quando, ad esempio, si fanno effettuare prove orali anziché scritte.

Generalmente quando si attuano degli strumenti compensativi si fa riferimento a dispositivi hardware e software da affiancare come supporto tecnologico del DSA tuttavia è possibile anche applicare strumenti compensativi tradizionali di tipo cartaceo, quali tabelle con formule per soggetti discalculiaci, mappe concettuali o l’uso di un dizionario per i DSA che seguono le lezioni di lingua inglese.

Conseguentemente dispositivi e servizi fondamentali per supportare i DSA sono: il Computer (indifferentemente se è installato come sistema operativo Windows, Linux o OS di Mac) o eventualmente lo smartphone o il tablet (poco importa che si tratti di un sistema Android o iOS di Apple) e soprattutto che tali dispositivi si possano connettere alla rete delle reti, ovvero Internet.

Altri strumenti elettronici che si possono affiancare sono: registratori audio portatili, traduttori elettronici, calcolatrici e block notes digitali, di cui ne parliamo in maniera più approfondita nelle righe successive.

Gli strumenti qui sotto elencati possono essere usati per uno o più disturbi specifici dell’apprendimento.

  • Sintesi vocale, è un programma o un app che consente al dislessico di evitare la lettura.
    TTSReader è un tools che non richiede alcuna installazione di software aggiuntivo, utilizzabile su qualsiasi device connesso a Internet permette di leggere un testo preso dal web, facendo un semplice copia-incolla. Si può scegliere fra tre diverse velocità.
  • Audiolibri, compie l’analoga funzione di sintetizzatore vocale.
  • Traduttore elettronico, disponibile sia in formato hardware che software consente di tradurre facilmente le più comuni parole di inglese o della lingua straniera studiata.
  • Registratore di suoni, può essere un programma, un app oppure un dispositivo elettronico che permette al disortografico e/o al disgrafico di prendere appunti durante la lezione.
    Su Windows, Android, OS, iOS e Linux spesso è integrata una utily che consente di registrare tramite il microfono della fotocamera.
  • Videoscrittura con correttore ortografico automatico, programma o app ideale per disortografici e disgrafici in quanto evitano di dover scrivere.
    Usando la videoscrittura il DSA può cambiare la grandezza del carattere, la spaziatura, il colore nonché il font (tipo di carattere).
    Inoltre, è possibile integrare sia un suggeritore ortografico ma soprattutto un riconoscitore vocale, in modo tale che il DSA possa dettare il testo anziché scriverlo.
    Le applicazioni più famose fanno parte delle seguenti suite: Office di Microsoft, OpenOffice e LibreOffice.
  • Foglio di calcolo elettronico, programma o applicazione ottima per chi ha disturbi di discalculia.
  • Calcolatrice, dispositivo elettronico oppure programma o app che aiutano i discalculiaci.
    Esiste anche una versione avanzata con funzione di sintesi vocale, la cosiddetta calcolatrice parlante.
    Inoltre, per i soggetti che hanno difficoltà a leggere l’orario esistono gli orologi parlanti.
    La calcolatrice è quasi sempre inclusa in tutti i PC Windows/Linux, MAC, iPhone, iPad, smartphone e tablet Android – in caso contrario si può scaricare o usarne una online.
  • Block notes digitale, è la versione elettronica del classico block notes cartaceo con la differenza che ciò che si scrive può essere gestito a livello informatico.
  • Mappe concettuali online, non è necessario scaricare specifici software per creare mappe concettuali elettroniche ma basta collegarsi a uno dei vari servizi online per la generazione e il successivo download per il salvataggio offline.

Misure dispensative

Esonerano il DSA dall’effettuare alcune prove. Ad esempio alcuni DSA potrebbero essere esonerati dallo svolgimento di prove scritte dalla lingua inglese, se non perfino dall’apprendimento di una lingua straniera, se ciò viene indicato nella certificazione.

Conclusioni

I DSA, unitamente ai DVA (diversamente abili), ai DES (Disturbi Evolutivi Specifici) e ai soggetti svantaggiati sono sottocategorie che fanno parte dei BES i Bisogni Educativi Speciali che hanno l’obiettivo di raggiungere una scuola dell’inclusione, dove i soggetti con difficoltà siano tutt’uno col resto della classe.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *