Tassazione Libretto Postale Smart Passa dal 20% al 26%

La stampa ha dato parecchio risalto agli 80 euro di bonus che il governo Renzi ha distribuito ad alcune categorie di persone però non tutti sanno che dal primo luglio 2014 con il Decreto Legge n. 66 del 24 Aprile 2014 convertito con modificazioni nella Legge n. 89 del 23 Giugno 2014, ha introdotto alcune modifiche in relazione alla tassazione delle rendite finanziarie.

In particolare la tassazione, che il governo tecnico di Monti aveva ridotto di ben 7 punti in percentuale (dal 27% al 20% con la famosa legge di stabilità che aveva introdotto peraltro l’imposta per il libretto e ridimensionata per il conto corrente) il governo Renzi l’ha riportata in linea – pensate un pò l’hanno chiamata Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale – portandola dal 20% al 26%.

Nella nuova tassazione rientrano ahinoi i nuovi libretti postali smart, ovviamente i conti correnti, conti deposito, obbligazioni e quasi tutti gli strumenti di risparmio fatta eccezione per i buoni fruttiferi postali, titoli di stato italiani e stranieri ed obbligazioni stranieri che rimangono al 12,50 % di tassazione. 

Fonte | Poste Italiane

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *