Come trasferire videoamatoriali da VHS a DIVX con Grabber

In un epoca digitale come quella che stiamo vivendo risulta fondamentale convertire al più presto vecchie registrazioni di filmini amatoriali realizzati tramite videocamere 8mm o preziose videoregistrazioni in VHS. In questo articolo vedremo come sia possibile fare tutto questo.

Che cosa serve?

Per trasferire audiviovisivi da dispositivi analogici al computer è necessario avere:

  • 1 Grabber
  • 3 Cavi rca femmina
  • 3 cavi rca maschio
  • 1 cavo scart rca
  • 1 Software gratuito (VirtualDab)

Il grabber è un dispositivo che consente l’acquisizione digitale di immagini da altri dispositivi forniti di interfaccia analogica rca o scart.

Tipicamente si presenta sotto le forme di una chiavetta usb con ingressi rca femmina.

I cavi analogici RCA possono essere di tipo maschio e femmina, sono tre: giallo (video), rosso e bianco (audio stereo).

Considerando che l’interfaccia RCA presente sui videoregistratori è di tipo in, quindi di solo ingresso si renderà necessario disporre di un cavo rca scart – preferibilmente con commutatore.

Dovremo collegare i cavi rca maschio da un lato ai cavi rca del grabber e dall’altro lato agli ingressi rca del cavo scart, a sua volta connesso, poi, all’uscita del dispositivo da convertire.

Conclusa la fase dedicata alla cavetteria bisogna fornirsi di un software in grado di acquisire video.

Usare VLC per acquisire video

VLC oltre a essere uno dei lettori multimediali più conosciuti si può utilizzare come programma per acquisire video tramite un grabber. La multicompatibilità di VLC consente l’uso non solo su sistemi Windows ma anche su Mac e Linux Ubuntu.

Premettendo che avete già effettuato tutti i collegamenti fisici del grabber, aprire VLC e fare un clic sul pulsante di play, verrà aperta una finestra di dialogo, clic sulla linguetta “Dispositivo di acquisizione” e dal menu a tendina selezionare il nome sia del grabber video che di quello audio.

Da notare che se desiderate ascoltare in tempo reale l’audio proveniente dalla fonte esterna (istruzioni valide per Windows 10), andate su pannello di controllo – Registrazione, selezionate il dispositivo di uscita e poi clic su Proprietà, clic sulla linguetta Ascolto e spuntare la casella “Ascolta il dispositivo” e confermare con un ulteriore clic su Ok.

Per avviare la registrazione andare su Media poi Converti/Salva, clic sulla scheda Dispositivo di Acquisizione e poi sull’ultimo pulsante Converti/Salva. Verrà chiesto di scegliere un codec da usare per convertire il segnale analogico di videoamatoriali in quello digitale. Tra i formati supportati ci sono: mov, mp4, avi, 3gp e wmv.

Poi digitare il nome da salvare nonché il relativo percorso e clic su Avvia.

Il programma consente anche di effettuare screenshot (menu Video – Cattura Schermata).

Da notare che l’applicazione registra non solo le immagini ma anche l’OSD, ovvero i menù a schermo del dispositivo.

Grabber con Videoregistratori, MySky, Ricevitori satellitari e digitale terrestre

Il grabber come già detto si può usare con qualsiasi dispositivo fornito di interfaccia rca o scart. In questo modo è possibile trasferire filmati da vecchie videocassette/8mm ma anche poter effettuare registrazioni da ricevitori satellitari e decoder per il digitale terrestre.

Teoricamente funziona anche col MySky ma solo per registrazioni non protette, quindi sono esclusi i contenuti on demand. Di fatto il software del decoder di Sky include un sistema di protezione tramite scart che impedisce la registrazione, oscurandone/distorcendo immagini e/o audio.

Approfondimenti

La procedura, invece, per convertire segnali analogici di musicassette, ellepi e microcassette è decisamente più semplice richiedendo una scheda audio fornita di linea d’ingresso (quasi sempre presente sui pc fissi e non su quelli portatili) e un semplice cavo 2 rca audio stereo maschio per 1 mini jack da 3,5mm.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *