Virus WhatsApp Capodanno 2020

Nella giornata dell’ultimo dell’anno un nuovo virus si è diffuso tramite il noto servizio di messaggistica gratuita WhatsApp.

Sotto forma del più tipico augurio inviato da uno o più contatti presenti nella propria rubrica il virus di Capodanno 2020 ha infettato numerosi smartphone Android e quei pochi rimasti sotto sistema Windows Phone.

I danni che ha potuto creare, aprendo il link contenuto nel messaggio, sono:

  • Ripristino della configurazione del sistema, come avvenuto su alcuni smartphone Windows 10 Mobile.
  • Attivazione di servizi in abbonamento.*
  • Esportazione degli account memorizzati sul browser o su altre app.

Se è stato aperto il collegamento è consigliabile fare un backup dei propri dati e successivamente ripristinare lo smartphone allo stato di fabbrica nonché controllare il traffico dei consumi dal sito o dall’app del proprio operatore.

*Se preventivamente è stata richiesta la disattivazione dei servizi digitali il virus non sarà in grado di eseguire alcun addebito indesiderato.

Il messaggio

Uno dei modelli dei messaggi che contengono il link al virus.

Nella maggior parte dei casi il messaggio include il nome del contatto, come memorizzato dall’utente sulla propria rubrica, seguito dal testo standard:

“ti ha inviato un messaggio privato!! Clicca ORA questo link per leggere il messaggio”

Anche il link riportato sul messaggio include il nome del contatto.

Apparentemente sembra un innocuo messaggio e considerando il periodo di fine anno dove tutti si fanno gli auguri e si ricevono numerosi messaggi a tal proposito, l’utente medio, è portato ad aprire per scoprire chissà quale diavoleria virtuale gli è stata inoltrata, tipo un video, una gif o una banale cartolina virtuale.

Purtroppo, con sua amara sorpresa, aprendo il link segnalato rischia, nella migliore delle ipotesi, di vedersi riconfigurato il dispositivo arrivando al punto di perdere anche i ricordi più importanti come le foto delle ultime vacanze; mentre nel peggiore dei casi vedersi rubati i dati di accesso (nome utenti e password) memorizzati sul browser e sulle varie app in uso.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *